VIDEO a Napoli in via dei Tribunali tornano i baby criminali. La denuncia dei residenti

E’ trascorso un anno e mezzo dall’attentato al ristorante “Cala la pasta” in via dei Tribunali a Napoli durante il quale una moto si lanciò a folle velocità tra i tavolini esterni travolgendo dei clienti e la moglie del titolare che rimase quasi uccisa.

Subito dopo, alcune persone tornarono sul posto per minacciare i presenti e indurli al silenzio. I responsabili, tra cui il 19enne Patrizio Bosti, nipote omonimo del capoclan ai vertici dell’Alleanza di Secondigliano, furono arrestati nelle settimane successive e lo scorso gennaio arrivò la sentenza: 5 anni e 4 mesi di reclusione.

Per gli inquirenti quell’episodio, e la successiva intimidazione, furono funzionali per imporre il dominio del clan sulla zona nel cuore di Napoli.

Da allora in quella zona, cuore antico di Napoli le strade sono ancora in balia di delinquenti, gente sprezzante del pericolo e della vita umana e di ronde di baby-gang che in sella a motociclette e scooter seminano il panico sfrecciano per le strade incuranti di regole e pedoni.

“La situazione è fuori controllo. CI sono almeno una decina di ragazzini che girano impazziti in sella a delle mini moto da via duomo a via dei Tribunali. Vanno avanti e indietro per ore facendo scorribande salendo sui marciapiedi e terrorizzando i turisti. Succederà di nuovo quello che successe a quei ragazzi di Cala la pasta a via Tribunali se nessuno li ferma.

Siamo veramente esasperati dall’inerzia verso questi piccoli delinquenti.”- è ciò che ha denunciato un cittadino, tramite anche un filmato, al deputato dell’alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli.

“Dopo i tanti mesi trascorsi da quel episodio scandaloso, dopo le nostre numerose denunce, il problema resta sempre lo stesso: le forze dell’ordine qui sono poco presenti soprattutto al calare della sera. Se non si interviene con determinazione ed energia, potrebbe verificarsi un’altra tragedia e questo va impedito. Napoli centro va liberata dalla criminalità e dai clan e va restituita in tutto e per tutto alla legalità, ai cittadini ed ai turisti. Bisogna intervenire con forza, qui la situazione è allarmante e tutti hanno paura. “- le parole di Borrelli.

461 views

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui