VIDEO Svaligiato negozio di abbigliamento a Portici. La disperazione del titolare

Svaligiato negozio di abbigliamento a Portici. La disperazione del titolare: “ Ci hanno portato via capi e soldi ma soprattutto le speranze.” Borrelli: “Basta ciurlare nel manico, serve un nuovo piano sicurezza e nuovi uomini delle forze dell’ordine sul territorio. Territori sempre più in mano ai criminali.”

I negozianti di Napoli e provincia sono sempre più disperati. Furti e rapine continuano ad aumentare e nonostante l’allarme lanciato da diverso tempo, l’intervento delle Istituzioni tarda ad arrivare e i criminali agiscono indisturbati.

La notte tra il 9 ed il 10 ottobre, tre malviventi dal volto travisato si sono introdotto furtivamente in un negozio di abbigliamento di Portici facendo incetta di capi di vestiario, scarpe e contanti.

La disperazione dei commercianti può essere esplicata tutta nelle parole che il titolare del negozio svaligiato ha rivolto al deputato dell’alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli.

“Ormai siamo allo sbando e Portici è una città senza sicurezza dove i criminali vengono lasciati sempre liberi. Hanno derubato la nostra dignità, il nostro futuro, le nostre speranze. Purtroppo la rabbia è tanta ma la delusione di più.”

“ Se si continua a ciurlare nel manico, a procrastinare su una decisione che andava presa quasi un anno fa, si lascerà un territorio che smetterà di essere una società civile e diverrà sempre più un territorio senza regole in mano alla criminalità”- dichiara Borrelli con il consigliere comunale di Portici di Europa Verde Aldo Agnello –

“I cittadini chiedono aiuto e lo Stato deve darlo combattendo i delinquenti. Serve un nuovo piano sicurezza, servono più pattuglie per strada, maggiore videosorveglianza e pene certe . Per ora l’aumento di uomini delle forze dell’ordine annunciato dal Ministro è solo virtuale visto che i nuovi arrivi hanno sostanzialmente sostituito solo coloro che sono andati in pensione.”

981 views

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui